, ,

Il cliente difficile: la tua buona occasione

Leggo spesso post su Facebook in cui i negozianti si lamentano di clienti difficili da accontentare.
Ci sono quelli che vogliono vedere 1000 cose e poi ci pensano su.
Ci sono gli eterni indecisi che hanno bisogno di riflettere qualche settimana anche sull’acquisto più insignificante.
Ci sono quelli che non si affidano al tuo parere perché hanno letto su internet che…

Potrei andare avanti all’infinito con questa lista, ma credo che tu abbia capito il tipo di clienti a cui mi riferisco. Sono i clienti difficili, quelli che per concludere una vendita ti fanno sudare 7 camicie.

E pensare che proprio loro potrebbero essere una grande opportunità per te e il tuo negozio!
No, non sono impazzita.

Nonostante l’immagine che potrebbe trarre in inganno, ora provo a spiegarti perché quei clienti lì sono i migliori che ti possano capitare.

 

Ti indicano quali sono i punti deboli del tuo negozio…

Il cliente difficile non si accontenta di un negozio poco fornito. Non vuole vedere cose in disordine né sporco in giro. Un cliente difficile lavora meglio di un mystery client nell’individuare i tuoi commessi più efficienti. Insomma, se hai l’occasione di confrontarti con uno di questi clienti, non perderla. Ti rivelerà tutte le aree di miglioramento del tuo negozio.

Tu devi solo tenere le orecchie aperte e disattivare la permalosità: ogni critica porta in sé un messaggio di miglioramento. Sta a te coglierlo e metterlo in pratica.

…e i punti deboli nella tua capacità di apparire esperto

Un cliente difficile è di solito un cliente molto esigente. Viene da te perché ha delle aspettative alte e cerca in te la differenza rispetto alla grande distribuzione. So cosa stai pensando: certo, ha delle aspettative sui prodotti ma non vuole mettere mano al portafogli.
Posso dirti che su questo ti sbagli: la maggior parte delle persone è perfettamente consapevole del fatto che in un negozio come il tuo spenderà di più che in una catena o centro commerciale. Ed decidendo di entrare mette in conto che potrebbe spendere più soldi che acquistando altrove. Eppure entra lo stesso: spinta da un desiderio, da una necessità, magari attratta dalle tue vetrine irresistibili!

Ora sta a te fargli capire che è entrato nel posto giusto.

Che si può serenamente affidare a te che sei un esperto.
Che il tuo prodotto costa di più sia per la qualità intrinseca del prodotto sia per la consulenza che viene offerta gratuitamente insieme all’acquisto. E trovala su Amazon, questa consulenza, se sei capace! 😉

Quale occasione migliore di apparire un esperto? Giocatela bene e questo cliente diventerà un tuo ambassador esemplare. Garantito!

Per approfondire i vantaggi dell’essere un esperto agli occhi del cliente, dai un’occhiata a questa lezione.

Allenano la tua creatività

image via Picjumbo

Obiezioni improbabili quanto un outfit di Kim Kardashian.
Richieste che fanno sembrare sensate le uscite di Al Bano sulla Korea.
Arroganza ai livelli di Fabrizio Corona.

Insomma, come non allenare la nostra creatività in queste situazioni? L’obiettivo è trovare risposte educate ma che arrivino al cliente in modo forte e chiaro. Senza farlo sentire in difetto o a disagio, ma al contrario accogliendo tutte le insicurezze che lo spingono a certi atteggiamenti strambi. Insomma, essere un po’ mamma e un po’ psicologo.
Facile, no?!

Sono una sfida stimolante

Ora, te lo ricordi quando stavi per aprire il negozio? In quanti ti avevano detto: lavorare con la gente è faticosissimo. È difficile. Ci vuole moltissima pazienza. Ma tu hai voluto aprire lo stesso. Te lo ricordi, sì?

E ti ricordi quell’aria, quasi di sfida, che sentivi dentro: per me sarà diverso. Io farò così e cosà ed educherò i miei clienti e sarà tutto rose e fiori….

Beh, accogli ancora quella sfida: potevi scegliere un altro lavoro ma hai scelto questo. E questo, se lo prendi nel modo giusto, è un lavoro che ti può dare tantissime gratificazioni.

Non cadere nella noia e nella lamentela facile: cogli la sfida che ogni cliente ti può lanciare. E con quelli difficili la sfida è ancora più stimolante.

Ne è entrato uno di quelli che prova tutto e non prende niente? Bene, la tua sfida sarà proprio nel riuscire a fargli fare un acquisto. Anche piccolo, minuscolo. 5€ bastano. Ma conquistalo e fallo spendere.

Poi vieni a raccontarci come ti senti IN QUESTO GRUPPO. E dimmi se la tua giornata non è svoltata in maniera positiva!

 

Se sai accontentare quei clienti, poi tutti gli altri sono una strada in discesa

image via Picjumbo

E proprio questo è il punto. Una volta che sei riuscito a girare a tuo favore anche il cliente più difficile, tutto il resto ti sembrerà facilissimo. E avrai aumentato la tua esperienza in maniera positiva.

Perché l’esperienza non è fatta solo dal tempo che passi in negozio, ma dalla qualità di quel tempo. Sfruttalo al massimo e crescerai sempre di più.

Cogli le occasioni, soprattutto quelle stimolanti come i clienti difficili!

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *