, ,

Organizzare al meglio il rientro in negozio

Anche per noi negozianti arriva quel magico momento di chiusura del negozio. Finalmente libertà! Nessun cliente da accontentare né fornitori da inseguire. Per qualche tempo ci possiamo dimenticare di ordini, magazzino e vetrine. Forse…

La verità è che un’attività è come un figlio: anche se ti allontani fisicamente, un pezzettino del tuo cuore e del tuo cervello sono sempre con lui. “Che eventi posso programmare al mio rientro?” oppure “Mi è venuta un’idea carina per la comunicazione invernale!” e ancora “ma guarda che bella quella vetrina….quasi quasi la copio” e infine “Mi devo ricordare di ordinare quel prodotto appena rientro, già due o tre clienti me l’hanno richiesto”.

E il rientro è di solito un marasma, in cui si è sommersi di cose da fare, merce nuova in arrivo, vetrine da sistemare, comunicazione da riprogrammare…

Se hai bisogno di aiuto, ecco qui alcune dritte su come organizzare al meglio il tuo rientro in negozio.

 

  1. Fai un planning accurato

    Il modo migliore per rientrare dalle vacanze è quello di pianificare attentamente le attività che dovrai fare. Cerca di non dimenticare nulla e calcola (approssimativamente) il tempo che ogni attività ti richiede.
    Ti faccio un esempio pratico. Mettiamo che tra le tue attività ci siano le vetrine da rifare.
    Le fai tu o ti rivolgi a un professionista? Nel primo caso prepara la to-do list! (vedi punto 4), nel secondo stabilisci l’appuntamento con il vetrinista di fiducia. In entrambi i casi, però, non dimenticare che il tempo di realizzazione è solo una parte del lavoro.

    Per fare un planning corretto devi anche considerare il tempo che impiegherai a immaginare la vetrina, scegliere un tema/colore dominante, pensare ai possibili accessori e dove reperirli, stabilire un budget e inserirlo in un progetto di comunicazione di più ampio respiro. Ecco perché è importante pianificare: se ti rendi conto del tempo REALE che dedichi ad ogni attività, puoi anche stabilire con lucidità se riesci a fare tutto da solo o se devi delegare qualche pezzo. (vedi punto 3)
    Una volta che – carta e penna alla mano –  hai messo per iscritto tutte le attività che ti vengono in mente, potrai comodamente riportarle su un calendario, un planning settimanale o sulla tua agenda. Se, come me, sei affezionata alla carta ti consiglio la Insplagenda di Stiletto Academy: è comoda, superfèscion e contiene un sacco di suggerimenti utili per la pianificazione!

     

  2. Pianifica fino alla fine dell’anno (almeno)

    Questo momento è ottimo per mettere giù le idee almeno fino alla fine dell’anno. In questo mese ti consiglio di iniziare a pensare alle strategie di comunicazione che vuoi adottare per la stagione invernale. Ma soprattutto, questo è il momento di prepararsi al Natale: eventi, omaggi, packaging particolare e tutto quello che vuoi mettere in campo per far fruttare al massimo uno dei periodi migliori dell’anno per noi negozianti! Adesso hai il tempo e la lucidità per programmare con calma, così nei prossimi mesi potrai fare solo dei piccoli aggiustamenti ed dedicarti completamente al lato operativo e pratico.

     

  3. Approfitta per ridistribuire i carichi di lavoro tra te e i collaboratori

    Come dicevamo, il planning è anche un ottimo strumento per ripartire in maniera corretta i carichi di lavoro tra te e i tuoi collaboratori (interni o esterni che siano). In un negozio le cose da fare sembrano sempre infinite, ecco perché è importante capire cosa si può e vuole delegare ad altri, mantenendo il controllo della situazione.
    Per riprendere l’esempio di prima, puoi decidere di delegare la realizzazione della vetrina a un consulente esterno. Però è importante che la tua impronta sia riconoscibile e che la vetrina rispecchi il piano comunicativo che hai creato. I consigli di un esperto sono sempre bene accetti, ma questi non devono snaturare il negozio, il prodotto e le peculiarità del negoziante stesso. Soprattutto, le linee guida devono arrivare da te e il consulente dovrebbe sempre rimanere una figura marginale.

     

  4. Usa le to do list

    Sono uno dei miglior strumenti che hai a disposizione per organizzare il lavoro e non perderti i piccoli dettagli di cui è fatta la nostra vita. Esistono diverse app che ti permettono di gestire le to do list sia dal computer che dallo smartphone. Ad esempio io uso Asana e Wunderlist.
    Scrivere tutti i compiti che mi vengono in mente e poi riorganizzarli con la logica delle priorità e delle tempistiche è il modo migliore per aumentare l’efficienza e non perdersi niente per strada.
    Le to do list più efficaci sono quelle che non riportano soltanto la descrizione delle cose da fare, ma anche le tempistiche e le priorità. Con queste informazioni alla mano, pianificare diventa molto più semplice: si tratta solo di incasellare ogni attività nel tempo che abbiamo a disposizione.
    Un consiglio: nel planning includi SEMPRE del tempo per gestire gli imprevisti. È il modo migliore per non andare in crisi se qualcosa non va secondo i piani (e a me succede praticamente sempre!). E se l’imprevisto non accade, avrai del tempo in più per te stessa (o per l’estetista…)!

     

  5. Un passo alla volta, anzi due!

    Una delle mie regole è: se mi sopraggiunge una richiesta improvvisa e posso risolverla in meno di 5 minuti (cinque di orologio, non sei nè dieci. Massimo 5), la risolvo subito. Questo mi evita di avere to do list lunghissime e al contempo non mi distrae troppo dal compito che stavo completando.

    Se ti trovi nella terribile situazione in cui hai una lista infinita di cose da fare, agisci così:
    – Scrivi quanto tempo ti richiede ogni attività.
    – Cerca di stabilire le cose più urgenti da fare: quelle da risolvere il giorno stesso, in settimana e nel mese.
    – Ora prendi le prime due attività prioritarie. Solo quelle. Inizia a fare la prima e portala a termine. Senza aspettare. Senza procrastinare. Fallo e basta. Usa  NowDoThis, che non ammette alcuna fonte di distrazione!
    – Quando hai terminato la prima attività metti in coda la terza della tua lista infinita.
    – Fatti una piccola pausa e inizia con la seconda attività.
    Questo semplice trucchetto, la regola delle 2 attività che ho scoperto qui, mi aiuta quando mi sembra di essere sommersa dalle cose da fare.

     

  6. Se temi di non farcela da solo, c’è un gruppo pronto ad aiutarti!

    E nei momenti di sconforto totale, non dimenticarti che puoi sempre rivolgerti a dei colleghi!
    In questo gruppo di Facebook troverai altri negozianti specializzati come te a cui chiedere consiglio e conforto. Certe volte basta un piccolo confronto per sentirsi risollevati e ritrovare l’energia necessaria!
    Ti aspettiamo lì!

 

Buon nuovo inizio!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *