Come creare la tessera fedeltà: istruzioni per un piccolo negozio

Come posso aumentare l’affluenza di clienti in negozio?

Se ti stai ponendo questa domanda, sei sulla strada giusta per aumentare i profitti del tuo negozio. La risposta che cerchi è qui.

Aumentare il numero di clienti che visitano il tuo negozio è il primo step di una strategia che funziona anche (e soprattutto) per i piccoli negozi. Se vuoi saperne di più, approfondisci il concetto del Funnel di vendita

Il secondo, importantissimo, passo è quello di far tornare regolarmente i tuoi clienti in negozio. Per farlo, le fidelity card sono uno degli strumenti più efficaci.

 

Funziona perché fa leva su alcuni aspetti psicologici:

  1. Fa sentire il consumatore come parte di una cerchia ristretta, un élite di privilegiati che possono accedere a vantaggi che non tutti i consumatori hanno
  2. Pone un obiettivo concreto da raggiungere: raccogliere punti per ottenere premi sconti. E quando una persona ha un obiettivo, cerca di raggiungerlo, più o meno inconsciamente.

Per altri risvolti psicologici dei programmi fedeltà, dai un’occhiata a questo interessante articolo.

Che vantaggi ne trai tu, negoziante, se crei una tessera fedeltà (o fidelity card o loyal program o come preferisci chiamarlo) ?

Fai tornare il cliente a spendere nel tuo negozio invece che in un altro

Puoi raccogliere info preziosissime riguardo al tuo consumatore (dalla taglia ai prodotti che preferisce)

Mandi comunicazioni tramite mail/sms/whatsapp che sono percepite positivamente dal consumatore (se io ho la tessera fedeltà posso accedere a sconti o promozioni prima di altri)

 

Bene, hai deciso che un programma fedeltà così potrebbe aiutare il tuo negozio.

Ma come posso creare tessere fedeltà per un piccolo negozio, in maniera pratica?

 

Segui questi step:

 

  1. Definisci in maniera chiara il tuo obiettivo.

Che cosa vuoi ottenere esattamente con la tessera fedeltà? Che il tuo cliente torni. Ok, non basta. Ogni quanto deve tornare? Quali dati ti possono servire? (La data di nascita per augurargli buon compleanno, la taglia esatta per offrirgli promozioni mirate, se ha figli per offrire prodotti anche per i bambini…)

Ogni obiettivo, per essere definito tale, deve essere MISURABILE e LIMITATO NEL TEMPO.

Es: distribuire almeno 500 tessere fedeltà in 12 mesi, raccogliere i dati di 300 nuovi consumatori in 6 mesi, concludere 100 tessere fedeltà in 12 mesi.

 

  1. Scegli gli strumenti

Puoi farla plastificata con il codice a barre o un semplice cartoncino su cui mettere il timbro. Puoi creare un profilo collegato al tuo gestionale o rivolgerti ad aziende che lo fanno per professione. L’importante è che lo strumento rimanga uno strumento e sia funzionale in termini di costi/benefici.

Non farti abbagliare da proposte supermegafavolose di cui, magari, non hai realmente bisogno.

 

  1. Stabilisci gli incentivi/premi per i tuoi consumatori.

Ricorda che se decidi di fare una raccolta punti con catalogo di premi, questa rientra nelle “operazioni a premi” secondo il Ministero dello Sviluppo Economico. Come tale deve rispettare un decreto (D.P.R. 430 del 2001) e seguire un semplice iter burocratico : stimare il montepremi, prestare una fideiussione bancaria nei confronti del MISE, scrivere il regolamento e inviarlo al Ministero tramite il portale. Per il dettaglio guarda su http://www.sviluppoeconomico.gov.it/

Stabilisci prima quanto sei disposto a investire per fidelizzare un cliente. Ricorda che acquisire un cliente ha sempre un costo e fidelizzarlo altrettanto.

Per far sì che il piano investimenti sia sostenibile, l’investimento deve garantire un ritorno.

Quanto ti aspetti di ottenere con il tuo programma fedeltà? È importante che tu te lo chieda prima di iniziare.

 

  1. Sei pronto per iniziare: fallo sapere ai clienti

Qualsiasi iniziativa di marketing ha bisogno della comunicazione per essere realmente efficace. Se fai il più bell’evento del mondo o degli sconti pazzeschi ma nessuno lo sa, non otterrai il risultato che speri.

Solitamente si dovrebbe destinare una buona parte del budget di un’iniziativa (dal 30% al 50%) alla comunicazione per far sì che risulti una strategia efficace.

Nel caso delle tessere fedeltà è più semplice: basta parlarne al consumatore quando è in cassa per pagare o per incentivarlo a un acquisto.

Ma non dimenticare di dare sempre la giusta attenzione a questi clienti con comunicazioni mirate tramite mail/sms/whatsapp

Ricordati di creare sul tuo sito una pagina dedicata a questa specifica attività, in cui scriverai le regole di base (o pubblicherai il documento redatto per il MISE) e i premi / benefici messi in palio.

 

  1. Verifica i risultati

Non saprai mai se la tua strategia funziona davvero se non guardi i numeri! Perciò, apri un bel fogli di excel o usa il tuo gestionale, ma ricordati di misurare le tue performance. A che punto sei dell’obiettivo? Dopo 3 mesi stai già ottenendo risultati? Sono quelli sperati?

Se non lo sono, cerca di capire quali sono i tuoi punti deboli e prova a migliorarli.

Se non ti misuri, non puoi capire dove sbagli. E se non sai dove sbagli, non puoi imparare dai tuoi errori per crescere!

 

Pronto per iniziare? Se vuoi avere qualche dritta in più, vieni nel nostro gruppo su Facebook e chiedi consiglio ai tuoi colleghi.